A cosa serve il collagene per la pelle?

4 Giugno 2023
7 minuti
a che cosa serve il collagene per la pelle

La pelle è l’organo del corpo umano più esteso e svolge una serie di funzioni essenziali per la nostra salute e benessere. Oltre a essere la nostra barriera protettiva verso l’ambiente esterno, la pelle contribuisce anche al mantenimento dell’equilibrio idrico e termico, alla percezione sensoriale e alla sintesi di vitamina D. 

Tuttavia, con il passare del tempo, la pelle può sottostare a un processo di invecchiamento che può portare a cambiamenti indesiderati come rughe, perdita di elasticità e comparsa di macchie.

In questa lotta contro i segni dell’invecchiamento cutaneo, il collagene emerge come un elemento cruciale.  

In questo articolo, pertanto, cercheremo di capire perché il collagene è così importante per la salute e il benessere della nostra pelle. Analizzeremo le sue molteplici funzioni, tra cui emergono il sostegno strutturale e la capacità di idratazione e il mantenimento dell’elasticità cutanea. 

Esamineremo anche come la produzione di collagene può diminuire con l’invecchiamento e quali fattori esterni e interni possono influenzare questo processo. Infine, cercheremo di spiegare quali sono le diverse strategie disponibili per favorire la produzione di collagene e preservare la salute della nostra pelle, inclusi gli integratori, i trattamenti e le abitudini di vita sana.

Prendersi cura della pelle, infatti, non riguarda solo l’aspetto estetico, ma anche la salute a lungo termine. Non resta, quindi, che approfondire i diversi punti, partendo dalla domanda chiave: che cos’è il collagene?

Il collagene: che cos’è e funzione

Il collagene è una proteina strutturale fibrosa che costituisce la principale componente del tessuto connettivo nel corpo umano. È presente in diversi tessuti, compresa la pelle, le ossa, i tendini, i legamenti e i vasi sanguigni. Nel contesto della pelle, il collagene svolge un ruolo fondamentale nella sua struttura e funzione.

Esistono diversi tipi di collagene, ognuno dei quali ha una struttura e una funzione specifica. Nel tessuto cutaneo, i tipi di collagene più abbondanti sono il collagene di tipo I, III e VII

Il collagene di tipo I costituisce la maggior parte del collagene presente nella pelle ed è responsabile della sua resistenza e stabilità strutturale. Il collagene di tipo III conferisce elasticità alla pelle, mentre il collagene di tipo VII è coinvolto nella formazione dei punti di ancoraggio tra la pelle e le strutture sottostanti.

La presenza di collagene nella pelle offre numerosi benefici. Innanzitutto, il collagene contribuisce a mantenere la pelle sana e giovane. La sua struttura fibrosa agisce come una rete tridimensionale che fornisce supporto e resistenza, mantenendo la pelle tesa ed elastica. Ciò conferisce alla pelle una superficie liscia e riduce la comparsa di rughe e linee sottili.

Inoltre, il collagene gioca un ruolo chiave nell’idratazione della pelle. Le sue molecole hanno una struttura che trattiene l’acqua, aiutando a mantenere la pelle idratata e morbida. Ciò è fondamentale per una pelle sana, poiché l’asciugamento e la disidratazione possono portare a una perdita di elasticità e alla comparsa precoce di segni dell’invecchiamento, nonché a problemi di secchezza cutanea e irritazione.

Oltre a ciò, il collagene è coinvolto nella rigenerazione e nella riparazione della pelle. Durante il processo di guarigione di una ferita o di un taglio, il collagene forma una matrice che supporta la crescita delle nuove cellule cutanee e favorisce la cicatrizzazione.

Bisogna tener presente che la produzione di collagene diminuisce con l’invecchiamento. Questa diminuzione contribuisce alla perdita di elasticità e alla comparsa dei segni dell’invecchiamento, come le rughe. Pertanto, preservare e stimolare la produzione di collagene diventa essenziale per mantenere una pelle giovane e sana.

Le funzioni del collagene e gli effetti dell’invecchiamento

Come abbiamo spiegato in maniera molto sintetica il collagene è fondamentale per avere una pelle tonica e dall’aspetto giovane. Vediamo nel dettaglio, come l’invecchiamento e il rallentamento nella produzione del collagene può influenzare la sua funzione.

Elasticità cutanea

È noto che il collagene conferisce elasticità alla pelle. La sua struttura fibrosa e resistente consente alla pelle di tornare alla sua forma originale dopo essere stata tirata o compressa. 

Con il passare del tempo e la diminuzione della produzione di collagene, la pelle può perdere la sua elasticità naturale, diventando meno tonica e più propensa alla comparsa di rughe e cedimenti.

Resistenza e struttura

Il collagene è responsabile della resistenza e della stabilità strutturale della pelle. Forma una sorta di “tela” che serve da sostegno agli strati cutanei superiori e alle cellule epidermiche. 

Questa struttura solida dona alla pelle una superficie liscia e uniforme, riducendo la comparsa di imperfezioni. Con il passare del tempo questa struttura si indebolisce causando dei cedimenti, che appesantiscono l’aspetto del viso.

Idratazione

Il collagene contribuisce a trattenere l’acqua transdermica. La sua struttura tridimensionale ha la capacità di trattenere l’acqua, favorendo un adeguato contenuto di umidità nella pelle. Una corretta idratazione cutanea è essenziale per mantenere una pelle sana, elastica e luminosa. 

Con l’invecchiamento, ma anche con abitudini alimentari e una routine di idratazione non pienamente soddisfacenti, oppure con l’esposizione ad agenti esterni l’acqua tende a evaporare rendendo la pelle secca e dando vita, in alcuni casi a desquamazione.

Rigenerazione e cicatrizzazione

Il collagene è coinvolto nel processo di rigenerazione e riparazione della pelle. Durante la guarigione di una ferita o di un taglio, il collagene è responsabile della formazione di una matrice che supporta la crescita delle nuove cellule cutanee. 

Questo favorisce la cicatrizzazione e la rigenerazione dei tessuti danneggiati, contribuendo alla guarigione efficiente delle ferite.

Preservare il collagene nella pelle è fondamentale non solo per mantenerla giovane e sana, ma anche per mantenere attive determinate funzioni, indispensabili per la sua salute complessiva.

Quali sono i fattori che influenzano la produzione di collagene.

La produzione di collagene diminuisce naturalmente con l’invecchiamento, come abbiamo più volte ripetuto, però ci sono altri co-fattori che possono accelerare questo processo. Vediamo quali possono essere i principali fattori che influenzano non solo la produzione del collagene, ma anche quelli che possono ostacolarla.

Fattori genetici

È un fatto acclarato che ognuno di noi invecchia in maniera diversa. La predisposizione genetica può influire sulla velocità con cui avviene la diminuzione della produzione di collagene. 

Alcune persone possono essere geneticamente più inclini a una produzione di collagene più lenta rispetto ad altre, quindi, non è possibile stabilire con precisione quando avviene il rallentamento della produzione del collagene.

Fattori ambientali

L’esposizione ai raggi UV del sole è una delle principali cause di invecchiamento cutaneo e della riduzione della produzione di collagene. 

I raggi UV danneggiano le fibre di collagene nella pelle, compromettendo la loro struttura e riducendo la produzione di nuovo collagene. 

Altri fattori ambientali, come l’inquinamento atmosferico e l’esposizione a sostanze chimiche dannose, possono anche influire negativamente sulla produzione di collagene.

Stile di vita poco salutare

Una dieta squilibrata, il fumo di sigaretta, l’eccessivo consumo di alcol e lo stress possono contribuire alla diminuzione della produzione di collagene. 

Questi fattori possono aumentare lo stress ossidativo nel corpo, favorendo la proliferazione dei radicali liberi, che danneggiano le fibre di collagene e influenzando negativamente la loro sintesi.

Sbalzi ormonali

I livelli ormonali possono influire sulla produzione di collagene. Ad esempio, durante la menopausa, le donne sperimentano una diminuzione degli estrogeni, che può contribuire alla riduzione della produzione di collagene e alla comparsa dei segni dell’invecchiamento cutaneo.

Come preservare la salute della pelle?

Per preservare la salute della pelle e stimolare la produzione di collagene, è possibile adottare diverse strategie. Gli integratori di collagene, i trattamenti per la pelle, una dieta equilibrata, la protezione solare, la riduzione dello stress e una corretta cura quotidiana della pelle sono tutti elementi importanti da considerare.

È essenziale comprendere che i risultati possono variare da persona a persona e che non esiste una soluzione al problema principale, ossia il naturale processo di invecchiamento. Tuttavia, possiamo migliorare le nostre abitudini per rallentare questo processo.

Disclaimer

Le informazioni che puoi trovare in questo articolo hanno uno scopo puramente informativo e non possono sostituire in alcun modo una diagnosi o la prescrizione di un medico. In caso di dubbi o domande, chiedi consiglio al tuo medico curante o a uno specialista di riferimento che potrà consigliarti l’adozione di un trattamento o di un integratore adatto alle tue necessità.