Che cosa sono le vitamine?

31 Maggio 2023
11 minuti
che cosa sono le vitamine

Le vitamine sono sostanze essenziali per il nostro organismo, svolgendo un ruolo fondamentale nella salute e nel benessere. Nonostante il fatto che il nostro corpo non sia in grado di sintetizzarle autonomamente in quantità sufficienti, le vitamine sono indispensabili per il corretto funzionamento di molte funzioni biologiche.

Le vitamine sono state scoperte nel corso del tempo attraverso la ricerca scientifica, che ha dimostrato che la malnutrizione può portare a gravi conseguenze per la salute. Inizialmente, le carenze vitaminiche venivano associate a malattie specifiche, come lo scorbuto causato dalla carenza di vitamina C o il rachitismo dovuto alla carenza di vitamina D.

Tuttavia, oggi sappiamo che le vitamine sono coinvolte in molti altri processi fisiologici e hanno un impatto significativo sul nostro benessere generale e che ciascuna vitamina svolge ruoli specifici nel nostro organismo.

Nell’articolo, esploreremo nel dettaglio le diverse vitamine, il loro ruolo nel nostro organismo, le principali fonti alimentari da cui possiamo ottenerle e l’importanza di un equilibrio nella loro assunzione e quando, invece è necessario ricorrere alla supplementazione.

Che cos’è una vitamina?

Le vitamine sono sostanze organiche essenziali per il corretto funzionamento del nostro organismo. Pur essendo necessarie solo in piccole quantità, le vitamine svolgono ruoli critici in molte funzioni biologiche.

Una caratteristica fondamentale delle vitamine è che il nostro corpo non è in grado di sintetizzarle in quantità sufficienti, quindi devono essere assunte attraverso l’alimentazione o, in alcuni casi, tramite integratori vitaminici.

Come sono state scoperte le vitamine?

Le vitamine sono state scoperte nel corso del tempo attraverso studi scientifici sulla nutrizione e sulle malattie causate dalla carenza vitaminica.

Il termine “vitamina” deriva dalla combinazione delle parole “vita” e “amina” ed è stato coniato dal biochimico polacco Casimir Funk nel 1912. Funk scoprì una sostanza presente nel riso integrale che era in grado di curare una malattia chiamata beri-beri, una malattia causata da una carenza di vitamina B1 (tiamina). Questa scoperta ha segnato l’inizio degli studi sulle vitamine e sulla loro importanza per la salute umana.

La classificazione delle vitamine

Le vitamine possono essere suddivise in due gruppi principali: vitamine liposolubili e vitamine idrosolubili. Questa classificazione è basata sul modo in cui vengono assorbite, trasportate e immagazzinate nel corpo.

Nel dettaglio, le vitamine liposolubili, come la vitamina A, D, E e K, sono solubili nei grassi. Questo significa che richiedono la presenza di grassi per essere assorbite dall’intestino. Una volta assorbite, le vitamine liposolubili vengono trasportate attraverso il sistema linfatico e possono essere immagazzinate nel tessuto adiposo e nel fegato per un certo periodo di tempo.

Le vitamine idrosolubili, come le vitamine del gruppo B e la vitamina C, sono solubili in acqua e vengono assorbite direttamente nell’intestino tenue. Poiché le vitamine idrosolubili non vengono conservate nel corpo, è necessario assumerle regolarmente attraverso l’alimentazione.

Le vitamine liposolubili

Come abbiamo appena accennato le vitamine liposolubili sono solubili nei grassi e poi immagazzinate nel tessuto adiposo e nel fegato, affinché l’organismo possa utilizzarle in seguito quando necessario. Le vitamine liposolubili includono la vitamina A, vitamina D, vitamina E e vitamina K.

La vitamina A è essenziale per la salute degli occhi, contribuendo alla visione notturna e al mantenimento della salute della cornea. Inoltre, svolge un ruolo importante nella crescita e nella riparazione dei tessuti, nel sistema immunitario e nella salute della pelle.

La vitamina D è spesso chiamata “vitamina del sole” poiché la nostra pelle produce questa vitamina quando viene esposta alla luce solare. La vitamina D è essenziale per l’assorbimento del calcio e del fosforo, ed è fondamentale per la salute delle ossa e dei denti. Inoltre, la vitamina D svolge un ruolo nel sistema immunitario e nel benessere generale.

La vitamina E è un antiossidante che protegge le cellule dai danni causati dai radicali liberi. In più, svolge un ruolo nell’equilibrio degli ormoni, nel sistema immunitario e nella protezione delle membrane cellulari.

La vitamina K è coinvolta nella coagulazione del sangue, contribuendo alla formazione di protrombina e ad altri fattori di coagulazione. Inoltre, la vitamina K è importante per la salute delle ossa, poiché aiuta a mantenere il corretto metabolismo del calcio nelle cellule ossee.

Vitamine idrosolubili

Le vitamine idrosolubili si dissolvono in acqua e vengono assorbite rapidamente dal tratto gastrointestinale. A differenza delle vitamine liposolubili, le vitamine idrosolubili non vengono immagazzinate significativamente nell’organismo e devono essere assunte regolarmente attraverso l’alimentazione. Le vitamine idrosolubili includono le vitamine del gruppo B e la vitamina C.

Le vitamine del gruppo B includono tiamina (B1), riboflavina (B2), niacina (B3), acido pantotenico (B5), piridossina (B6), biotina (B7), acido folico (B9) e cobalamina (B12). Queste vitamine svolgono un ruolo chiave nel metabolismo energetico, aiutando il corpo a convertire i carboidrati, i grassi e le proteine in energia utilizzabile. Le vitamine del gruppo B sono coinvolte anche nella sintesi dei globuli rossi, nella funzione del sistema nervoso e nella salute della pelle e dei capelli.

La vitamina C è un potente antiossidante che protegge le cellule dai danni ossidativi. Inoltre, svolge un ruolo chiave nella sintesi del collagene, una proteina fondamentale per la salute della pelle, delle ossa, dei vasi sanguigni e delle gengive. La vitamina C supporta anche il sistema immunitario e favorisce l’assorbimento del ferro non eme, presente in alimenti vegetali.

Qual è il ruolo delle vitamine nel nostro benessere e nella nostra salute

Le vitamine svolgono un ruolo fondamentale nella salute generale e nel corretto funzionamento del nostro organismo. Ogni vitamina ha funzioni specifiche e contribuisce a diverse aree della salute. Di seguito sono riportati alcuni esempi di come le vitamine agiscono nel nostro corpo:

Funzione immunitaria

Le vitamine svolgono un ruolo cruciale nel sostenere e potenziare il sistema immunitario. Ad esempio, la vitamina C è nota per il suo effetto antiossidante e stimola la produzione di globuli bianchi, che aiutano a combattere infezioni e malattie. Inoltre, la vitamina A è coinvolta nella maturazione delle cellule immunitarie, mentre la vitamina D regola la risposta immunitaria e può influenzare la suscettibilità alle infezioni.

Salute degli occhi

La vitamina A è essenziale per la salute degli occhi. Partecipa alla formazione dei foto-pigmenti nella retina, che consentono la visione in condizioni di scarsa illuminazione. Inoltre, la vitamina E, grazie alle sue proprietà antiossidanti, può aiutare a proteggere i tessuti oculari dai danni dei radicali liberi.

Salute delle ossa

La vitamina D è fondamentale per la salute delle ossa poiché favorisce l’assorbimento del calcio e del fosforo nell’intestino e ne regola il metabolismo. Insieme al calcio, la vitamina D aiuta a mantenere la densità e la resistenza delle ossa, prevenendo il rischio di osteoporosi e fratture.

Salute della pelle

Diverse vitamine contribuiscono alla salute della pelle. La vitamina C è coinvolta nella produzione di collagene, una proteina che mantiene la pelle elastica e sana. La vitamina E, grazie alle sue proprietà antiossidanti, può aiutare a proteggere la pelle dai danni dei radicali liberi causati dai raggi UV e da altri agenti ambientali dannosi.

Produzione di energia e metabolismo

Le vitamine del gruppo B sono essenziali per il metabolismo energetico. Queste vitamine aiutano a convertire i carboidrati, i grassi e le proteine in energia utilizzabile dal nostro corpo. Inoltre, le vitamine del gruppo B supportano il funzionamento del sistema nervoso e favoriscono la produzione di globuli rossi.

Vitamine e alimentazione: dove si trovano le vitamine?

Le vitamine possono essere ottenute attraverso una dieta equilibrata che includa una varietà di alimenti nutrienti. Ogni vitamina ha le sue fonti alimentari principali, anche se alcune possono sovrapporsi. Di seguito sono riportate alcune delle principali fonti alimentari per ciascuna vitamina:

  • la vitamina A è presente principalmente in alimenti di origine animale, come il fegato, il pesce grasso (come il salmone e il tonno) e i latticini (come il latte e il formaggio). È inoltre presente sotto forma di provitamina A (beta-carotene) in frutta e verdura colorata, come carote, spinaci, zucca, albicocche e meloni.
  • La principale fonte alimentare di vitamina D è rappresentata dai pesci grassi, come il salmone, il tonno e le sardine. È presente anche nel tuorlo d’uovo e in piccole quantità nel latte e nei prodotti lattiero-caseari. Tuttavia, una delle migliori fonti di vitamina D è l’esposizione alla luce solare, poiché il nostro corpo è in grado di sintetizzarla quando la pelle viene esposta ai raggi UVB del sole.
  • La vitamina E è presente in alimenti come noci, semi (come semi di girasole e mandorle), oli vegetali (come l’olio di germe di grano e l’olio di semi di girasole), spinaci, broccoli e kiwi.
  • La vitamina K si trova principalmente nelle verdure a foglia verde scuro, come spinaci, cavoli, bietole e cavolfiori. È presente anche in alimenti fermentati, come il miso e il natto, e in oli vegetali come l’olio di soia e l’olio di colza.
  • Le vitamine del gruppo B si trovano in una varietà di alimenti. Ad esempio, la tiamina (B1) è presente in legumi, cereali integrali, carne di maiale e frutta secca. La riboflavina (B2) si trova in alimenti come latte e latticini, carne, pesce e cereali integrali. La niacina (B3) è presente in carne, pesce, legumi e cereali integrali. L’acido pantotenico (B5) si trova in carne, pesce, uova, cereali integrali e verdure. La piridossina (B6) è presente in carne, pesce, legumi, frutta secca e cereali integrali. L’acido folico (B9) è presente in verdure a foglia verde scuro, legumi, agrumi e cereali fortificati. La cobalamina (B12) si trova principalmente in alimenti di origine animale, come carne, pesce, uova e latticini.
  • La vitamina C è abbondante in frutta e verdura fresche. Agrumi (come arance e limoni), fragole, kiwi, peperoni, broccoli, spinaci e pomodori sono ottime fonti di vitamina C.

Bisogna precisare che le vitamine possono essere sensibili al calore e alla luce, quindi è preferibile consumare gli alimenti freschi o leggermente cotti per massimizzare l’apporto vitaminico. In base a quanto detto bisogna prediligere metodi di cottura che conservano al meglio i nutrienti, come la cottura a vapore o la cottura breve, che possono aiutare a preservare le vitamine presenti negli alimenti.

Carenza o eccesso di vitamine: quali sono i rischi?

Sebbene le vitamine siano essenziali per la salute, è importante mantenere un equilibrio e evitare un eccesso di assunzione. Assumere quantità eccessive di vitamine può comportare rischi per la salute.

Carenza vitaminica

La carenza di vitamine può verificarsi quando non si consumano quantità adeguate attraverso la dieta. La carenza di vitamine può causare una serie di disturbi e malattie.

Ad esempio, la carenza di vitamina C può portare allo scorbuto, caratterizzato da affaticamento, debolezza muscolare, sanguinamento delle gengive e pelle secca.

La carenza di vitamina D può causare rachitismo nei bambini e osteomalacia negli adulti, entrambe caratterizzate da una ridotta mineralizzazione delle ossa. È importante consumare una dieta equilibrata che includa una varietà di alimenti per evitare carenze vitaminiche.

Eccesso di vitamine

Assumere dosi eccessive di vitamine può essere dannoso per la salute. Le vitamine liposolubili (A, D, E, K) possono accumularsi nel tessuto adiposo e nel fegato, portando a una condizione chiamata ipervitaminosi.

Ad esempio, un’eccessiva assunzione di vitamina A può causare nausea, vertigini, affaticamento, perdita di capelli e danni al fegato. L’eccesso di vitamina D può portare a livelli elevati di calcio nel sangue, causando danni ai reni e al sistema cardiovascolare. È importante seguire le linee guida di assunzione giornaliera raccomandate per evitare eccessi vitaminici.

Interazioni con farmaci

Alcune vitamine possono interagire con farmaci specifici, influenzando l’efficacia del trattamento o causando effetti collaterali indesiderati. Ad esempio, l’assunzione di vitamina K in quantità elevate può influenzare l’effetto di farmaci anticoagulanti come la warfarin. È fondamentale consultare un medico o un farmacista se si assumono farmaci regolarmente e si desidera integrare la dieta con integratori vitaminici.

Integrazione vitaminica: quando è necessaria?

L’integrazione vitaminica si riferisce all’assunzione di vitamine attraverso l’uso di integratori alimentari. Gli integratori vitaminici sono disponibili in diverse forme, tra cui compresse, capsule, polveri e liquidi. Sono progettati per fornire una concentrazione più elevata di vitamine rispetto a quanto si potrebbe ottenere attraverso la dieta da sola.

L’integrazione vitaminica può essere utile in determinate situazioni, come:

  • Carenze vitaminiche
  • Periodi di aumento del fabbisogno vitaminico
  • Diete restrittive

Tuttavia, è fondamentale sottolineare che l’integrazione vitaminica non dovrebbe sostituire una dieta equilibrata. Le vitamine presenti negli alimenti sono spesso accompagnate da altri nutrienti e composti benefici che possono lavorare sinergicamente per sostenere la salute.

Prima di iniziare qualsiasi regime di integrazione vitaminica, è sempre consigliabile consultare un medico o un nutrizionista per una valutazione individuale delle esigenze vitaminiche e per ottenere consigli personalizzati.

Disclaimer

Le informazioni che puoi trovare in questo articolo hanno uno scopo puramente informativo e non possono sostituire in alcun modo una diagnosi o la prescrizione di un medico. In caso di dubbi o domande, chiedi consiglio al tuo medico curante o a uno specialista di riferimento che potrà consigliarti l’adozione di un trattamento o di un integratore adatto alle tue necessità.