Integratori per la cinetosi: come viaggiare tranquilli

21 Luglio 2023
5 minuti
integratori cinetosi

La cinetosi, comunemente nota come mal di trasporto o mal di mare, è una condizione fastidiosa che può verificarsi quando una persona è in movimento, come durante un viaggio in automobile, in aereo o in nave.

Questo disturbo rende i viaggi particolarmente complessi, poiché suscita stress in che ne soffre. La paura della nausea e di episodi di vomito, infatti, può aggravare tale problematica.

In tal senso, in questo articolo cercheremo di esplorare in breve i meccanismi che causano la cinetosi, quali possono essere alcuni rimedi naturali e qualche consiglio per affrontare il viaggio con maggior serenità.

Quali sono le cause della cinetosi?

Questo disturbo è causato da un’alterazione dell’equilibrio tra i segnali visivi e quelli del sistema vestibolare dell’orecchio interno, che inviano informazioni conflittuali al cervello riguardo al movimento.

La cinetosi si presenta con alcuni sintomi ben definiti. Di seguito cercheremo di descriverli brevemente.

  • La nausea è uno dei sintomi più comuni della cinetosi e può essere accompagnata da una sensazione di malessere o di fastidio allo stomaco.
  • In alcuni casi, la cinetosi può portare al vomito, specialmente durante lunghi viaggi o situazioni in cui il disagio persiste.
  • Le vertigini sono una sensazione di instabilità o di movimento rotatorio che può essere provocata dalla cinetosi.
  • La cinetosi può causare un aumento della sudorazione, soprattutto sulla fronte e sul viso.
  • Alcune persone possono sperimentare un pallore del viso durante gli episodi di cinetosi.
  • La sensazione di nausea e malessere può portare a una sensazione generale di stanchezza e debolezza.
  • I bambini, in particolare, possono diventare irritabili o piangere durante episodi di cinetosi.
  • Le persone affette da cinetosi possono sperimentare una sensazione generale di disagio o di malessere.
  • Durante gli episodi di cinetosi, alcune persone possono avere difficoltà a concentrarsi e possono sentirsi stordite o sballottate.
  • I sintomi della cinetosi possono variare in gravità da lievi a gravi e possono essere influenzati da vari fattori, tra cui la sensibilità individuale, il tipo di movimento (come la guida in auto o il viaggio in nave) e la durata del viaggio. È importante ricordare che i sintomi possono comparire durante il viaggio e possono persistere per un breve periodo anche dopo il termine del movimento.

Se hai frequenti episodi di cinetosi o se i sintomi sono particolarmente gravi, ti consiglio di consultarti con un medico o un professionista della salute per una valutazione e per discutere delle possibili opzioni di trattamento o di misure preventive.

Come trattare la cinetosi con gli integratori e rimedi naturali

Fortunatamente, in commercio ci sono diversi integratori e rimedi naturali che possono aiutare a prevenire o alleviare i sintomi della cinetosi e permetterti di viaggiare tranquillo.

Tuttavia, in caso di episodi gravi di cinetosi potrebbe volerci un farmaco specifico, come per esempio un antiemetico che possa evitare e prevenire gli episodi di vomito.

Ecco alcuni suggerimenti che puoi prendere in considerazione per viaggiare con maggior tranquillità.

Ginger – Zenzero

Lo zenzero è noto per le sue proprietà anti-nausea e può essere molto utile per ridurre i sintomi della cinetosi. Puoi assumere il ginger sotto forma di capsule, gocce, tè al ginger o canditi di zenzero. Alcune persone trovano anche utile masticare una fetta di radice di ginger fresco.

Vitamina B6

La vitamina B6 è coinvolta nel regolare il sistema nervoso e può essere d’aiuto per alleviare le nausee e il mal di stomaco associati alla cinetosi. Puoi assumerla sotto forma di integratore.

Olio essenziale di menta piperita

L’olio essenziale di menta piperita può avere proprietà calmanti per il sistema digestivo e può aiutare a ridurre le sensazioni di nausea. Puoi mettere qualche goccia di olio essenziale su un fazzoletto e annusarlo durante il viaggio, ma assicurati che sia sicuro farlo in base alle tue condizioni di salute.

Magnesio

Il magnesio è un minerale che può contribuire a rilassare i muscoli e ridurre la tensione nervosa, aiutando così a prevenire le nausee associate alla cinetosi.

Altri rimedi per la prevenzione della cinetosi

Ci sono anche altri rimedi che possono essere utili nella prevenzione dei sintomi della cinetosi. Vediamo quali sono e quali sono alcuni comportamenti da seguire per limitare l’insorgenza dei sintomi della cinetosi.

Acupressione: puoi provare a utilizzare dei braccialetti da acupressione progettati per ridurre i sintomi della cinetosi. Questi braccialetti applicano una pressione su specifici punti del polso che possono aiutare a calmare il sistema nervoso e prevenire le nausee. Il loro utilizzo è molto semplice ed è adatto a qualsiasi persona.

Mantenere la testa ferma: durante il viaggio, cerca di mantenere la testa ferma, guardando l’orizzonte o un punto fisso all’esterno del veicolo. Evitare di leggere o di fissare oggetti in movimento può aiutare a ridurre il conflitto sensoriale che causa la cinetosi.

Scelta del posto: scegliere il posto migliore, prediligendo le zone centrali del veicolo. Quando viaggi in auto, cerca di sederti sul sedile anteriore, in aereo cerca di sederti vicino alle ali e su una nave cerca di stare sul ponte superiore nel centro della nave oppure all’aperto.

Ricorda che ogni persona può reagire in modo diverso agli integratori e ai rimedi naturali. Prima di utilizzare qualsiasi integratore o olio essenziale, è importante consultarsi con un professionista della salute per assicurarsi che sia sicuro e appropriato per te, soprattutto se hai condizioni di salute preesistenti o stai assumendo farmaci. Con i giusti integratori e un po’ di pianificazione, puoi viaggiare più tranquillo e goderti il tuo viaggio senza il fastidio della cinetosi.

Disclaimer

Le informazioni che puoi trovare in questo articolo hanno uno scopo puramente informativo e non possono sostituire in alcun modo una diagnosi o la prescrizione di un medico. In caso di dubbi o domande, chiedi consiglio al tuo medico curante o a uno specialista di riferimento che potrà consigliarti l’adozione di un trattamento o di un integratore adatto alle tue necessità.