L’importanza dei sali minerali per la salute dei bambini: Guida completa

16 Giugno 2023
9 minuti
sali minerali per bambini

L’importanza dei sali minerali nella dieta dei bambini è fondamentale per garantire una crescita e uno sviluppo sani. I sali minerali, infatti, sono nutrienti essenziali che svolgono una serie di funzioni vitali nel corpo umano. 

Spesso sentiamo parlare di vitamine e proteine, anche questi importanti per lo sviluppo del bambino, tuttavia anche i sali minerali sono altrettanto cruciali per la salute generale e il benessere dei nostri piccini.

Che cosa sono i sali minerali e come si assumono?

I sali minerali sono composti inorganici che il nostro corpo non può sintetizzare autonomamente e che devono essere forniti attraverso la dieta. Questi minerali svolgono un ruolo chiave nella regolazione di vari processi fisiologici, tra cui:

  • la formazione delle ossa e dei denti;
  • il corretto funzionamento del sistema nervoso; 
  • il mantenimento dell’equilibrio idrico; 
  • la regolazione del metabolismo.

I sali minerali sono classificati come micronutrienti, poiché il nostro corpo ha bisogno di quantità relativamente piccole di essi rispetto ai macronutrienti come carboidrati, proteine ​​e grassi. Tuttavia, nonostante la loro presenza in quantità minime, i sali minerali sono indispensabili per la salute e il benessere complessivo, soprattutto durante l’infanzia.

I sali minerali sono coinvolti in molte reazioni chimiche e processi fisiologici nel corpo. Essi agiscono come cofattori enzimatici, aiutando le enzimi a svolgere le loro funzioni vitali. 

Inoltre, come abbiamo accennato, svolgono un ruolo fondamentale nel mantenimento dell’equilibrio idrico, nella regolazione dell’acidità del sangue, nella contrazione muscolare e nella trasmissione degli impulsi nervosi.

Ci sono diverse formulazioni di sali minerali per bambini, dalle composizioni multiminerali e multivitaminici sottoforma di caramelle, oppure formulazioni in polvere che vanno disciolte in acqua o altri liquidi. Infine, sono presenti anche formulazioni già pronte in comodi flaconi monouso da bere.

Sali minerali e crescita del bambino: ecco la relazione

Durante l’infanzia, una fase di rapido sviluppo fisico e cognitivo, i bambini hanno bisogno di una quantità adeguata di sali minerali per sostenere la formazione e la crescita di tessuti e organi vitali

Ad esempio, il calcio è essenziale per lo sviluppo delle ossa e dei denti forti, mentre il ferro è fondamentale per la produzione di emoglobina e per il corretto funzionamento del sistema immunitario. 

Allo stesso modo, lo zinco è coinvolto nella crescita e nella riparazione dei tessuti, mentre il magnesio e il potassio sono coinvolti nella funzione muscolare e nel mantenimento dell’equilibrio idrico.

È importante comprendere che i sali minerali non sono solo una parte integrante della crescita fisica, ma influenzano anche la salute generale e il benessere dei bambini. La mancanza di sali minerali può portare a carenze nutrizionali, che possono causare problemi di sviluppo, compromettere il sistema immunitario e avere effetti negativi sulla salute a lungo termine.

Nei prossimi paragrafi, pertanto, esploreremo in dettaglio i principali sali minerali di cui i bambini hanno bisogno, gli alimenti che li contengono e forniremo consigli pratici per garantire un’adeguata assunzione di sali minerali nella loro dieta. 

Inoltre, discuteremo delle possibili carenze di sali minerali e dei rischi e benefici degli integratori, offrendo una guida completa per assicurare che i bambini ricevano i sali minerali necessari per una crescita e uno sviluppo sani.

I principali sali minerali per la crescita e lo sviluppo dei bambini

Ci sono diversi sali minerali essenziali che sono particolarmente importanti per la salute e lo sviluppo dei bambini. Vediamo quali sono e quali funzioni svolgono cercando di sintetizzare e cogliere i particolari salienti

Il calcio: salute delle ossa e non solo

Il calcio è fondamentale per la formazione e la crescita delle ossa e dei denti. Partecipa ai processi che coinvolgono la contrazione muscolare, quelli che incidono sulla coagulazione del sangue e che permettono la trasmissione degli impulsi nervosi

Alimenti ricchi di calcio includono latte e prodotti lattiero-caseari, tofu, mandorle, broccoli e pesce come il salmone.

Il ferro: perché è importante?

Il ferro è essenziale per la produzione di emoglobina, che trasporta l’ossigeno ai tessuti del corpo. Una carenza di ferro può portare a anemia e compromettere lo sviluppo cognitivo e fisico

Alimenti ricchi di ferro includono carne rossa magra, pollo, pesce, legumi, spinaci e cereali fortificati. Tuttavia, l’assorbimento del ferro è talvolta ostacolato dall’abbinamento scorretto tra i cibi.

Per esempio, alimenti ricchi di ferro possono essere assunti con alimenti fonti di vitamina C che ne favoriscono l’assorbimento, mentre sono sconsigliati in abbinamento ad alimenti ricchi di calcio, oppure consumati a breve distanza da alimenti contenenti i tannini come il cioccolato.

Nei bambini che seguono una dieta vegana o vegetariana, il pediatra potrebbe consigliare l’assunzione di integratori a base di ferro, proprio per scongiurare eventuali stati di anemia.

Zinco per bambini: a cosa serve?

Lo zinco svolge un ruolo cruciale nella crescita e nello sviluppo dei tessuti. È coinvolto nella guarigione delle ferite, nella regolazione del sistema immunitario e nella sintesi del DNA. 

Tra gli alimenti ricchi di zinco sono inclusi la carne, il pesce, i latticini, legumi e i semi di zucca.

Magnesio e la sua importanza nella crescita dei bambini

Il magnesio è coinvolto in oltre 300 reazioni enzimatiche nel corpo ed è importante per la formazione delle ossa, la funzione muscolare e il corretto funzionamento del sistema nervoso. 

Alimenti ricchi di magnesio includono verdure a foglia verde, noci, semi, cereali integrali e legumi.

Il potassio: perché è necessario?

Il potassio è essenziale per il corretto funzionamento dei muscoli, compreso il cuore, e per il mantenimento dell’equilibrio idrico nel corpo. È anche coinvolto nella trasmissione degli impulsi nervosi. 

Alimenti ricchi di potassio includono banane, agrumi, patate dolci, spinaci e fagioli.

Oltre a questi sali minerali, ci sono altri nutrienti importanti come il sodio, il fosforo e il selenio che svolgono un ruolo significativo nella salute generale dei bambini.

Fin dallo svezzamento è importante istituire una dieta equilibrata con alimenti ricchi di sali minerali, affinché vi sia un apporto adeguato. Inoltre, è importante incoraggiare fin da subito i bambini a mangiare frutta e verdura fresca, cereali integrali, proteine magre e latticini a basso contenuto di grassi così da aiutare a soddisfare il loro fabbisogno di sali minerali.

È sempre consigliabile consultare un pediatra o un dietologo per valutare le esigenze individuali del bambino e ottenere ulteriori consigli sulla dieta e l’assunzione di sali minerali specifici.

Carenze di sali minerali nei bambini: quali sono i rischi

Le carenze di sali minerali nei bambini possono avere conseguenze significative sulla loro salute e sullo sviluppo. 

La carenza di calcio, per esempio, può compromettere lo sviluppo e la salute delle ossa e dei denti. Può portare a una maggiore suscettibilità alle fratture, e poi in futuro all’osteoporosi e ad altri disturbi scheletrici. 

Nei bambini, una carenza di calcio può causare ritardo nella crescita e nella formazione delle ossa.

La carenza di ferro, invece, può causare anemia. Quest’ultima è una delle carenze più comuni nei bambini e può causare affaticamento, debolezza, ritardo nello sviluppo cognitivo e compromissione del sistema immunitario.

La carenza di ferro può essere corretta attraverso la somministrazione di integratori appositamente formulati per i più piccoli. Generalmente, tale integrazione viene suggerita, in caso di bisogno.

La carenza di zinco nei bambini: quali sono le conseguenze

La carenza di zinco può influire negativamente sulla crescita e sul sistema immunitario dei bambini. Può causare, infatti, ritardo nella crescita, ritardo nella guarigione delle ferite, aumento della suscettibilità alle infezioni e compromissione del gusto e dell’appetito.

Correggere una carenza di zinco è possibile attraverso un’alimentazione varia. Siccome questo micronutriente è presente in alimenti di origine animali come carne, pesce e tuorlo d’uovo, potrebbe essere necessario discutere con il proprio pediatra di un’eventuale supplementazione nel caso in cui scelga un’alimentazione vegana o vegetariana. 

Carenza di magnesio e il benessere muscolare

La carenza di magnesio può influenzare la salute delle ossa e dei muscoli. Tale deficit nutrizionale, infatti, potrebbe causare l’insorgenza di alcuni sintomi come crampi muscolari, debolezza, affaticamento e alterazioni del tono muscolare. 

Inoltre, il magnesio è coinvolto nel corretto funzionamento del sistema nervoso, quindi una carenza può avere effetti negativi sullo sviluppo cognitivo.

Carenza di potassio: perché deve essere corretta

La carenza di potassio può influire sulla funzione muscolare e sul bilancio idrico del corpo. Può causare debolezza muscolare, affaticamento, crampi e squilibri elettrolitici. Nei casi gravi, la carenza di potassio può portare a disturbi del ritmo cardiaco.

Per prevenire le carenze di sali minerali nei bambini, è importante fornire loro una dieta equilibrata che includa una varietà di alimenti ricchi di sali minerali. In caso di preoccupazioni riguardo a possibili carenze o per determinare le esigenze individuali del bambino, è consigliabile consultare un pediatra o un dietologo. 

Questi ultimi saranno in grado di valutare lo stato nutrizionale del bambino e consigliare eventuali integrazioni o modifiche alla dieta per garantire un’adeguata assunzione di sali minerali.

Integratori di sali minerali per bambini: rischi e benefici

Quando si tratta di integratori di sali minerali per bambini, è importante valutare attentamente i rischi e i benefici. Mentre una dieta equilibrata dovrebbe fornire la maggior parte dei sali minerali necessari, ci possono essere situazioni in cui gli integratori possono essere raccomandati proprio per ristabilire un corretto apporto di micronutrienti all’organismo.

Vediamo quali sono le situazioni più frequenti in cui si può trarre beneficio dall’uso di integratori:

  • deficit nutrizionali;
  • carenze dovute ad allergie alimentari;
  • carenze dovute a fenomeni di malassorbimento;
  • supporto in caso di anemia;
  • supporto in caso di condizioni patologiche transitorie come vomito e diarrea.

I rischi dell’assunzione di integratori a base di sali minerali possono essere associati a sovradosaggio a una particolare sensibilità a determinate formulazioni. Per evitare i rischi connessi all’assunzione di integratori a base di sali minerali è necessario attenersi alle indicazioni del proprio medico curante in merito alla posologia e alla durata del trattamento.

Disclaimer

Le informazioni che puoi trovare in questo articolo hanno uno scopo puramente informativo e non possono sostituire in alcun modo una diagnosi o la prescrizione di un medico. In caso di dubbi o domande, chiedi consiglio al tuo medico curante o a uno specialista di riferimento che potrà consigliarti l’adozione di un trattamento o di un integratore adatto alle tue necessità.