Stitichezza nel neonato e integratori per il benessere intestinale

28 Ottobre 2023
5 minuti
integratori stitichezza neonato

La stitichezza nei neonati è una preoccupazione comune per molti genitori, e trovare l’approccio giusto per alleviare questo disagio può richiedere attenzione e cura.

La stitichezza, infatti, può minare il benessere del nostro piccino rendendolo irritabile. Tuttavia, bisogna tener presente anche che la stipsi nel neonato o nel lattante è diversa rispetto a quella manifestata da un bambino più grande.

In alcuni casi, bisogna tener presente la frequenza e il ritmo con cui il neonato effettua le evacuazioni. La regola secondo la quale a ogni poppata corrisponderebbe anche un’eventuale evacuazione non è scientifica e quindi ci sono neonati che presentano un altro tipo di ritmo.

Come fare a capire se il neonato soffre di stipsi?

Il neonato, generalmente, non soffre di stipsi. In particolare, se allattato al seno questo problema non dovrebbe verificarsi. In particolar modo, dobbiamo solo ed esclusivamente attendere, una volta a casa, che si stabiliscano i suoi ritmi.

Il latte materno, poi, è povero di scorie per cui viene assorbito dall’intestino dei bambini e di conseguenza, ciò che va a costituire la massa fecale impiega più giorni per avanzare nel tratto intestinale.

Nei neonati allattati artificialmente può evacuare in quantità inferiori rispetto al bambino allattato al seno, per cui spesso si pensa che il bambino sia stitico, quando invece dipende dalla formula impiegata. Per evitare episodi di stipsi, se si usa un prodotto in polvere è necessaria una corretta ricostituzione del latte, con un’appropriata quantità d’acqua. Agendo in questo modo verrà impedita la creazione di feci troppo dense e difficile da espellere.

Ricordiamo anche che il neonato trascorre molto tempo disteso. Questa posizione non favorisce l’espulsione delle feci, quindi è necessario, in base ai mesi del neonato procedere con delle strategie che possano aiutare il neonato a evacuare, come per esempio effettuare un bagnetto caldo, oppure un massaggio può essere utile per facilitare l’espulsioni delle feci.

Nel neonato che viene svezzato il cambio di alimentazione dal cibo esclusivamente liquido a quello semiliquido e poi solido può dare vita a episodi di stitichezza. Ciò dipende anche da una maturazione dell’intestino, per cui occorre dare tempo al bambino di abituarsi a questo cambiamento.

In questa, fase le feci cambiano odore, colore e consistenza, per cui il genitore non deve allarmarsi se si riducono il numero delle evacuazione, ma solo se queste ultime provocano dolore o risultano poco idratate.

Quali integratori possono essere utili nel trattamento della stipsi nel neonato e nel lattante?

Mentre la maggior parte dei neonati e dei lattanti sperimenta occasionali episodi di stitichezza, in alcuni casi può essere necessario considerare l’uso di integratori mirati per favorire la regolarità intestinale. Esaminiamo quali integratori potrebbero essere appropriati per affrontare la stitichezza nei neonati.

Fibre Solubili

Le fibre solubili possono aiutare ad ammorbidire le feci e promuovere una corretta funzione intestinale. Gli integratori di fibre solubili possono essere particolarmente utili quando l’introduzione di alimenti solidi è ancora limitata.

Optare per fibre come la pectina, che si trova in diversi tipi di frutta, può essere una scelta delicata e naturale.

Probiotici

I probiotici sono “batteri amici” che possono svolgere un ruolo chiave nella salute intestinale. L’uso di probiotici specifici per l’età del neonato potrebbe aiutare a mantenere un ambiente intestinale equilibrato e a migliorare la regolarità delle feci.

Oli Vegetali

Gli oli vegetali, come l’olio di lino o l’olio di pesce, possono contribuire ad ammorbidire le feci e facilitare il passaggio attraverso l’intestino.

Tuttavia, è fondamentale consultare il pediatra prima di somministrare qualsiasi tipo di olio, in quanto la quantità e la composizione possono variare notevolmente.

Vitamine Idrosolubili

Alcune vitamine idrosolubili, come la vitamina C, possono avere effetti lievi sulla regolarità intestinale. Tuttavia, la somministrazione di vitamine dovrebbe essere sempre concordata con il medico e bisogna ricorrere a formulazioni specifiche in linea con le esigenze nutrizionali del neonato.

Acqua

Assicurarsi che il neonato riceva una quantità adeguata di acqua può essere cruciale per la prevenzione della stitichezza. L’acqua può aiutare a mantenere le feci morbide e facilitare il passaggio attraverso l’intestino.

La quantità di acqua consigliata dipende dall’età del bambino e dalla sua alimentazione, quindi è importante consultare il pediatra.

Attenzione e consultazione medica

Quando si parla di integratori spesso si ha l’idea di un rimedio blando. Tuttavia, quando si parla di neonati e di bambini molto piccoli non dobbiamo mai dimenticare un principio di cautela ed evitare il fai da te.

Ci sono integratori alimentari studiati per ogni fase della crescita e ideati per qualsiasi esigenza del neonato. Tuttavia, spetta sempre al pediatra indirizzare i genitori verso l’assunzione del miglior rimedio possibile.

Inoltre, dopo la somministrazione degli integratori è necessario monitorare la risposta del bambino.

Conclusione: il benessere intestinale del neonato

Affrontare la stitichezza nei neonati richiede un approccio delicato e attento. Gli integratori possono essere utili in alcune situazioni, ma la consultazione con il pediatra è fondamentale per garantire la sicurezza e l’efficacia di qualsiasi approccio terapico.

La salute intestinale del neonato è una parte essenziale del suo benessere generale, e con l’attenzione giusta, la maggior parte delle situazioni di stitichezza può essere gestita con successo limitando i disagi connessi alla stipsi.

Disclaimer

Le informazioni che puoi trovare in questo articolo hanno uno scopo puramente informativo e non possono sostituire in alcun modo una diagnosi o la prescrizione di un medico. In caso di dubbi o domande, chiedi consiglio al tuo medico curante o a uno specialista di riferimento che potrà consigliarti l’adozione di un trattamento o di un integratore adatto alle tue necessità.