Vitamine per bambini: sono necessarie per la loro salute e sviluppo?

10 Giugno 2023
7 minuti
Quando sono necessari gli integratori di vitamine per bambini

Che fatica crescere! Dal momento in cui nascono ci accorgiamo dei progressi e dello sviluppo progressivo che giorno dopo giorno li riguarda.

Sicuramente alla base di tutto ciò ci deve essere un’alimentazione adeguata ai diversi stadi di crescita, poiché è fondamentale per assicurare un apporto di nutrienti utile per permettere il corretto funzionamento dell’organismo. 

Le vitamine, per esempio, svolgono un ruolo fondamentale in questo processo, poiché sono coinvolte in numerosi processi metabolici e funzioni corporee. Sebbene una dieta equilibrata dovrebbe fornire la maggior parte delle vitamine necessarie, ci sono situazioni in cui l’assunzione di vitamine, attraverso una supplementazione mirata, potrebbe essere raccomandata.

Che cosa sono le vitamine e perché sono importanti

Le vitamine sono sostanze organiche essenziali che il corpo umano non può produrre autonomamente in quantità sufficienti. In tal senso, devono essere assunte attraverso l’alimentazione o tramite integratori qualora si verifichino delle carenze. 

Ogni vitamina ha un ruolo specifico nel sostenere la crescita, il sistema immunitario, la salute degli occhi, la formazione ossea e molte altre funzioni vitali nel corpo.

Fin dallo svezzamento è importante indirizzare i bambini verso una dieta equilibrata e variata che comprenda frutta, verdura, cereali integrali, latticini, proteine magre e grassi sani. Tutto questo dovrebbe fornire la maggior parte delle vitamine necessarie per i bambini.

Quando dare le vitamine ai bambini?

Ci sono diverse situazioni in cui l’apporto vitaminico potrebbe non essere ottimale.

Alcuni bambini potrebbero avere restrizioni alimentari, come allergie alimentari o preferenze alimentari limitate, che possono ridurre la varietà di nutrienti che assumono, pensiamo ai genitori che non riescono a somministrare frutta e verdura ai propri bambini.

Inoltre, alcuni bambini possono avere problemi di assorbimento delle vitamine a causa di disturbi gastrointestinali o altre condizioni mediche croniche o transitorie. 

In questi casi, può essere necessario considerare l’integrazione vitaminica per garantire un adeguato apporto di nutrienti. Naturalmente, qualsiasi tipo di supplementazione va concordata con il proprio pediatra di fiducia, per evitare di sbagliare il tipo di integratore da offrire al proprio piccolino.

Il ruolo delle vitamine nella crescita e nello sviluppo sano dei bambini.

Le vitamine svolgono un ruolo fondamentale nella crescita e nello sviluppo sano dei bambini. Ogni vitamina ha funzioni specifiche nel corpo che contribuiscono alla formazione di tessuti, ossa, denti e sangue. 

Facciamo alcuni esempi per chiarire meglio questo concetto, prendendo in esame la funzione di alcune delle vitamine che spesso arricchiscono il baby food, ma che naturalmente si trovano in diversi alimenti, oppure negli integratori multivitaminici:

  • la vitamina D è essenziale per l’assorbimento del calcio e per la salute delle ossa. La principale fonte di vitamina D è l’esposizione al sole, ma può essere trovata anche in alimenti come latte fortificato, uova e pesce grasso;
  • la vitamina C favorisce la formazione del collagene, un componente chiave della pelle, delle gengive e dei vasi sanguigni. Inoltre, la vitamina C è un potente antiossidante che sostiene il sistema immunitario e favorisce la guarigione delle ferite. Agrumi, fragole e peperoni sono buone fonti di vitamina C;
  • la vitamina A è essenziale per una corretta funzione del sistema immunitario e per la salute degli occhi. Quest’ultima si trova principalmente in alimenti come carote, spinaci e zucca;
  • le vitamine del gruppo B sono coinvolte nella produzione di energia,  nel funzionamento del sistema nervoso e nella formazione del sangue. Si trovano in alimenti come carne, pesce, latticini, cereali integrali e verdure a foglia verde.

Deficit nutrizionali: gli effetti della carenza vitaminica nei bambini

La carenza di vitamine nei bambini può avere conseguenze negative sulla loro salute e sviluppo. Ad esempio, la carenza di vitamina D può causare rachitismo, una condizione che provoca deformità delle ossa e ritardi nella crescita. 

La carenza di vitamina A può compromettere la vista e aumentare il rischio di infezioni. La carenza di vitamine del gruppo B può portare a problemi neurologici, anemia e ritardi nello sviluppo.

È importante sottolineare che una carenza vitaminica significativa è rara nei paesi sviluppati, dove sono disponibili una varietà di alimenti e integratori vitaminici che evitano il verificarsi di deficit nutrizionali importanti.

Tuttavia, in alcuni casi, come nelle diete restrittive o nelle condizioni mediche che influiscono sull’assorbimento delle vitamine, può essere necessario monitorare attentamente l’apporto vitaminico e intervenire con integratori o modifiche dietetiche, in base al consiglio del proprio pediatra di fiducia.

Come garantire una dieta equilibrata e ricca di vitamine per i bambini.

Per garantire una dieta equilibrata e ricca di vitamine per i bambini, è importante seguire alcune linee guida che ci possono aiutare a compiere delle scelte consapevoli per la salute dei nostri figli.

In primo luogo è fondamentale offrire una varietà di cibi includendo alimenti provenienti da tutti i gruppi alimentari, come frutta, verdura, cereali integrali, latticini, carne, pesce e legumi. Questo assicura un ampio spettro di vitamine e nutrienti. La dieta mediterranea e la piramide alimentare ad essa correlata, in tal senso, ci offre una guida fondamentale per il benessere alimentare.

Ed ecco alcuni suggerimenti che possiamo attuare in maniera molto semplice e che possono giovare a tutta la famiglia:

  • favorire alimenti freschi e non trasformati, in quanto questi ultimi possono contenere meno vitamine e più additivi;
  • scegliere metodi di cottura che conservano al meglio le vitamine, come la cottura a vapore, la cottura al forno o la cottura a fuoco basso. Evitare di cuocere troppo gli alimenti o di usarli in frittura, poiché questo può ridurre il contenuto vitaminico;
  • includere fonti vegetali come le verdure, la frutta e i cereali integrali poiché sono ricchi di vitamine e minerali. Assicurarsi di includerli regolarmente nei pasti dei bambini così da soddisfare il loro fabbisogno nutrizionale;
  • condividere i pasti in famiglia può incoraggiare i bambini a sperimentare una varietà di cibi sani e ad adottare abitudini alimentari equilibrate;
  • limitare gli zuccheri e gli alimenti altamente trasformati che spesso sono poveri di vitamine e nutrienti essenziali. È consigliabile limitarne il consumo per una dieta sana.

Quando è necessaria l’integrazione vitaminica? 

Ci sono alcune situazioni che richiedono l’impiego di integratori vitamici per bambini. Generalmente il pediatra potrebbe prescrivere un’integrazione vitaminica in diversi casi.

Alcuni bambini possono avere restrizioni alimentari dovute a allergie alimentari, intolleranze o diete specifiche come il vegetarianismo o il veganismo. Queste restrizioni possono limitare l’assunzione di alcuni alimenti che sono importanti per l’apporto di determinate vitamine così da compensare le possibili carenze.

Ad esempio, i bambini che seguono una dieta vegana potrebbero essere a rischio di carenze di vitamina B12, che si trova principalmente negli alimenti di origine animale. In questi casi, può essere raccomandata un’integrazione vitaminica per garantire un adeguato apporto di vitamina B12.

Alcuni bambini possono avere problemi di assorbimento delle vitamine a causa di disturbi gastrointestinali, come la malattia celiaca o la malattia infiammatoria intestinale. Queste condizioni possono compromettere la capacità dell’organismo di assorbire correttamente le vitamine dai cibi consumati.

In alcuni casi, i bambini possono essere diagnosticati con carenze vitaminiche specifiche a seguito di analisi del sangue o di sintomi clinici. Ad esempio, una carenza di vitamina D può essere diagnosticata attraverso un esame del sangue.

In tutte queste situazioni, il medico può prescrivere integratori vitaminici mirati per correggere la carenza e migliorare la salute del bambino.

Disclaimer

Le informazioni che puoi trovare in questo articolo hanno uno scopo puramente informativo e non possono sostituire in alcun modo una diagnosi o la prescrizione di un medico. In caso di dubbi o domande, chiedi consiglio al tuo medico curante o a uno specialista di riferimento che potrà consigliarti l’adozione di un trattamento o di un integratore adatto alle tue necessità.