Integratori per la cellulite: come combatterla dall’interno

30 Maggio 2023
7 minuti
integratori cellulite

La cellulite è una condizione della pelle che colpisce molte persone, in particolare le donne, ed è spesso una fonte di preoccupazione estetica. In particolar modo con l’avvento della bella stagione si tende ad usare abiti che possono lasciare scoperte le gambe oppure il costume da bagno.

In tal senso, si cerca, proprio nella stagione primaverile, di ricorrere ai ripari, scegliendo tra i vari rimedi offerti dal mercato, come per esempio creme, integratori drenanti oppure massaggi.

Mentre esistono vari trattamenti esterni per migliorare l’aspetto della cellulite e affinare la grana della pelle, possiamo potenziare i risultati offerti attraverso un “approccio dall’interno”, che può essere altrettanto importante.

Nel dettaglio, la lotta alla cellulite parte sempre da uno stile di vita salutare che comprende un’alimentazione bilanciata, una corretta idratazione e la pratica dell’attività fisica. Tuttavia, gli integratori per la cellulite possono aiutare a eliminare i liquidi in eccesso ed eliminare le tossine con efficacia.

In questo articolo, esploreremo cos’è la cellulite, le sue manifestazioni, le cure tradizionali e come gli integratori possono essere utili per combatterla.

Che cos’è la cellulite?

La cellulite è una condizione in cui la pelle presenta piccoli depositi di adiposi, spesso dando l’aspetto di buccia d’arancia o di un formaggio a grana grossa.

Nel dettaglio, è un fenomeno che si manifesta in una situazione di alterato metabolismo localizzato a livello del tessuto sottocutaneo. Di conseguenza assistiamo a un aumento delle dimensioni delle cellule adipose e si crea una ritenzione idrica negli spazi intercellulari.

A questo punto nell’ipoderma, il tessuto che si trova proprio al di sotto del derma, si forma un cuscinetto adiposo, che è formato per l’appunto da cellule adipose.

La cellulite si manifesta in diverse zone del corpo più comunemente nelle cosce, sia nella parte esterna che nella parte interna, nei glutei e nell’addome.

Quali sono i fattori che possono favorire la comparsa della cellulite? Sono diverse le cause alla base del fenomeno della cellulite, tra queste ultime spesso si associano fattori come genetica, stile di vita sedentario, squilibri ormonali e alterazioni nella microcircolazione.

Per una diagnosi efficace è opportuno chiedere consiglio a uno specialista, in quanto in base alla tipologia eziologica della cellulite è possibile intervenire con un approccio mirato.

Per esempio, il ricorso alla liposuzione potrebbe non essere la soluzione definitiva, in quanto la cellulite potrebbe riformarsi se non si interviene anche sulle cause che determinano l’aumento delle dimensioni delle cellule adipose.

Manifestazioni e sintomi della Cellulite

Da quanto finora detto possiamo capire che la cellulite si presenta come un cuscinetto sporgente e con la cosiddetta “pelle a buccia d’arancia”, più o meno pronunciata.

La cellulite può essere di varia gravità: nei casi più lievi la pelle presenta delle fossette e delle increspature appena visibili; nei casi più gravi i noduli di grasso che si formano assumono dimensioni anche considerevoli e risultano duri al tatto.

In tal senso, le manifestazioni o sintomi della cellulite possono essere così riassunti:

  1. irregolarità cutanea in quanto la pelle colpita dalla cellulite può apparire irregolare o nodulare al tatto;
  2. alterazioni vascolari poiché la cellulite può essere accompagnata da problemi circolatori, che possono contribuire al suo sviluppo;
  3. sensazione di pesantezza dato che le persone con cellulite possono sperimentare una sensazione di pesantezza o gonfiore nella zona interessata;
  4. modifiche della superficie cutanea poiché una delle caratteristiche peculiari della pelle è che può apparire meno elastica e più sottile nelle aree colpite dalla cellulite.

Inoltre, la cellulite può essere classificata proprio in base alla gravità dei sintomi, che possono variare da persona a persona. Possiamo distinguere, quindi diversi tipi di cellulite:

  • si dice edematosa quando è associata ad un edema che corrisponde a un accumulo di liquidi che si forma intorno alle caviglie, ai polpacci, alle cosce e alle braccia.
  • Parliamo di cellulite fibrosa quando è associata a fibrosi, ed è caratterizzata dalla presenza di piccoli noduli che non sono percepibili al tatto, tuttavia, si ravvisa una rugosità sottocutanea e l’aspetto a buccia d’arancia.
  • La cellulite sclerotica è così detta quando si forma una sclerosi. La zona affetta dalla cellulite si caratterizza per l’indurimento dei tessuti ai quali si associano dei noduli di grandi dimensioni. In questa fase si possono sperimentare ulteriori sintomi come fastidio e dolore.

In base alla tipologia di cellulite potrebbe essere necessario adottare degli approcci differenti, più o meno d’impatto per ottenere un miglioramento visibile della condizione della propria pelle e nella riduzione dell’edema e dell’aspetto a buccia d’arancia.

Cure tradizionali per la cellulite

C’è un approccio per la cura della cellulite che insiste in particolar modo sulle buone abitudini e un corretto stile di vita. Vediamo quali sono i capisaldi della cura tradizionale per la cellulite.

  1. Esercizio Fisico: l’attività fisica regolare, in particolare l’allenamento di resistenza, può contribuire a migliorare il tono muscolare e a ridurre l’aspetto della cellulite.
  2. Dieta Equilibrata ricca di frutta, verdura, proteine magre e fibre può sostenere la salute della pelle e contribuire a mantenere un peso corporeo sano.
  3. Una corretta idratazione è importante per combattere la cellulite, in quanto bere abbastanza acqua è essenziale per mantenere la pelle idratata e favorire una buona circolazione.
  4. I massaggi possono aiutare a migliorare la circolazione e ridurre la tensione muscolare nella zona interessata.

Come possiamo notare sono diversi i comportamenti che possiamo mettere in atto per contrastare il fenomeno della cellulite. Tuttavia, è opportuno essere costanti nell’adozione di uno stile di vita corretto, poiché i nostri sforzi potrebbero essere poi vanificati.

Integratori per Combattere la Cellulite

Un altro approccio che può coadiuvare il trattamento della cellulite consiste nell’uso di supplementi alimentari pensati per offrire all’organismo non solo dei nutrienti preziosi, che magari non assumiamo in quantità sufficienti con l’alimentazione, ma anche principi attivi che aiutano a migliorare il tono della pelle.

Collagene

Il collagene è una proteina che contribuisce alla struttura della pelle. Gli integratori di collagene possono migliorare l’elasticità della pelle e ridurre l’aspetto della cellulite.

Vitamina C

La vitamina C è coinvolta nella produzione di collagene ed è anche un potente antiossidante. Gli integratori di vitamina C possono sostenere la salute della pelle.

Omega-3

Gli acidi grassi omega-3, presenti negli oli di pesce o negli integratori specifici, possono avere effetti positivi sulla salute della pelle e sulla circolazione sanguigna.

Estratto di tè verde

L’estratto di tè verde contiene diverse sostanze di cui la nostra pelle può beneficiare. In particolare, è ricco di antiossidanti e può aiutare a migliorare la circolazione sanguigna.

Ginkgo biloba

Può avere effetti positivi sulla circolazione. In particolare, gli integratori a base di ginko bilboa sono utilizzati nella prevenzione dei rischi cardiovascolari rappresentati da trombi, così da migliorare anche il flusso sanguigno verso i tessuti. Questa essenza vegetale trova impiego nel trattamento dei disturbi riguardanti le gambe, tra cui possiamo annoverare gonfiori e pesantezza.

Antiossidanti

Integratori con antiossidanti come la vitamina E, il coenzima Q10, selenio e il resveratrolo possono contribuire a contrastare lo stress ossidativo e a proteggere la pelle dalla proliferazione dei radicali liberi.

Bromelina

Questo enzima, presente nell’ananas, può avere effetti antinfiammatori e migliorare la circolazione. In particolare, la bromelina può aiutare a ridurre l’edema o l’accumulo di liquidi e l’infiammazione, rendendola utile in alcune condizioni in cui è presente il gonfiore.

Centella asiatica

La centella asiatica è un’erba nota per le sue proprietà antinfiammatorie e che può sostenere la salute della pelle. Usata fin dai tempi antichi nella medicina orientale è un rimedio impiegato per combattere gli stati infiammatori.

Potrebbe interessarti anche il nostro articolo dedicato alle proprietà e benefici della Centella Asiatica

Conclusioni

Combattere la cellulite richiede spesso un approccio integrato. Integratori specifici, associati a uno stile di vita sano, possono contribuire a migliorare l’aspetto della pelle colpita dalla cellulite.

Tuttavia, è importante sottolineare che non esiste una soluzione miracolosa e che la costanza negli stili di vita salutari è fondamentale per ottenere risultati duraturi. Prima di iniziare qualsiasi regime di integratori, è sempre consigliabile consultare un professionista della salute per garantire che siano adatti alle proprie esigenze individuali.

Disclaimer

Le informazioni che puoi trovare in questo articolo hanno uno scopo puramente informativo e non possono sostituire in alcun modo una diagnosi o la prescrizione di un medico. In caso di dubbi o domande, chiedi consiglio al tuo medico curante o a uno specialista di riferimento che potrà consigliarti l’adozione di un trattamento o di un integratore adatto alle tue necessità.